BURTON

BURTON

Articoli 1-24 di 150

Imposta la direzione decrescente
Pagina
per pagina

L'anno era il 1977. Jake Burton Carpenter si era appena laureato e lavorava dalle 12 alle 14 ore al giorno presso una società di investimento a New York City. Fortunatamente per noi (e per milioni di snowboarder), aveva in mente cose più grandi e un po' diverse. Lasciò il lavoro e si trasferì a Londonderry, nel Vermont, dove iniziò a produrre "Burton Boards" in un fienile dove prestava servizio come custode. Di notte faceva il barista al Birkenhaus Inn. Di giorno costruiva prototipi di snowboard improvvisati e li testava sulle colline del sud del Vermont. Nel 1981 Jake si trasferì da Londonderry in una fattoria a Manchester, nel Vermont. Il fienile era la fabbrica, il soggiorno era il negozio, il seminterrato era il magazzino e la camera da letto era l'ufficio. In quel capodanno, Jake ha incontrato la sua futura moglie Donna Gaston. Si sono sposati solo un anno dopo e lei è diventata parte integrante del processo di costruzione di Burton e di introduzione dello snowboard nel mondo. Migliorare il prodotto era l'ossessione di Jake e ha lavorato instancabilmente con i migliori rider al mondo per migliorarlo. Ma il successivo decennio avrebbe presentato una sfida completamente nuova: convincere le stazioni sciistiche a far salire gli snowboarder sulla seggiovia. Prima che lo snowboard fosse in prima serata in TV o sulle pagine delle riviste, lo snowboard era vietato nelle stazioni sciistiche. Jake, Donna e Burton hanno svolto un ruolo fondamentale nel convincere i resort a consentire agli snowboarder di salire in montagna e hanno lavorato instancabilmente per portare più persone a tenere "i piedi uno davanti all'altro".

© Minoia Board Co. P.IVA 03314720172-BS-357306